quartiere arte2casa morra2museo nitsch2shimamoto2LOGO TOP VIGNA

Gian Maria Tosatti

TosattiGian Maria Tosatti (Roma, 16.04.1980 - vive a New York) ha compiuto la sua formazione nel campo performativo, presso il Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera. Nel 2005 torna a Roma per intraprendere un percorso artistico nel territorio di connessione tra architettura e arti visive realizzando principalmente grandi installazioni site specific.

I suoi progetti, abitualmente, sono indagini a lungo termine su temi legati al concetto di identità, sia sul piano politico che spirituale. I primi cicli di opere che ha sviluppato sono stati «Devozioni» (2005-2011) - dieci installazioni per dieci edifici di Roma sugli archetipi dell’era moderna - e «Landscapes» (2006-), un progetto di arte pubblica in aree di conflitto.

Attualmente la ricerca dell’artista è legata a due nuovi progetti, «Fondamenta» (2011-), basato sull’identificazione degli archetipi dell’era contemporanea, e le «Le considerazioni...», ciclo dedicato agli enigmi che risiedono nella memoria personale.

Tra il 2013 e il 2016 la sua ricerca si è concentrata su un’opera in sette parti che ha abitato l’intera città di Napoli dal titolo “Sette Stagioni dello Spirito”.

Tosatti è anche giornalista. È stato direttore del settimanale «La Differenza» e ha collaborato con molti giornali italiani come editorialista. È editorialista per Artribune e scrive su Opera Viva. Scrive saggi sull’arte e sulla politica.
Nel 2011 ha curato RELOAD, prototipo di intervento culturale urbano sul riutilizzo temporaneo di spazi improduttivi ed è fondatore del progetto “La costruzione di una cosmologia”, (www.unacosmologia.com).

Ha esposto anche presso l’Hessel Museum del CCS BARD (New York – 2014), il Lower Manhattan Cultural Council (New York - 2011), American Academy in Rome (Roma – 2013), Museo Villa Croce (Genova – 2012) Andrew Freedman Home (New York - 2012), Tenuta dello Scompiglio (Lucca - 2012), Palazzo delle Esposizioni (Roma - 2008), Chelsea Art Museum (New York - 2009), BJCEM (2014), Centrale Montemartini – Musei Capitolini (Roma – 2007), Museo Wilfredo Lam (L’Avana - 2015), Casa Testori (Milano – 2014), MAAM (Roma - permanente), Castel Sant’Elmo (Napoli - permanente).

 

Sette Stagioni dello Spirito

1 La Peste | 2013| Chiesa dei SS. Cosma e Damiano | Napoli


Dall’inizio di settembre è visibile a Napoli il primo intervento del progetto Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti. L’intero ciclo di opere è pensato per manifestarsi nello spazio urbano quasi segretamente, sottopelle. La prima tappa di questo percorso, 1_La peste, su precisa volontà dell’artista, sarà presentata ufficialmente il prossimo 26 settembre, giorno dedicato ai SS. Cosma e Damiano, soltanto dopo aver già avuto parzialmente corso nel corpo della città. Un giorno scelto non a caso, poiché l’epicentro di questa prima tappa del progetto si situa proprio nella chiesa dei SS. Cosma e Damiano, nel centro antico di Napoli.
Leggi tutto 

 

2 Estate | 2014 | l’ex Anagrafe Comunale in Piazza Dante | Napoli


Venerdì 6 giugno 2014 alle ore 11:30, in occasione dell’apertura della mostra 2_Estate, seconda tappa del progetto Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti, a cura di Eugenio Viola, l’Accademia di Belle Arti ospita la presentazione ufficiale dell’opera con una conferenza aperta al pubblico e alla stampa.
2_Estate, seconda tappa del progetto biennale Sette Stagioni dello Spirito, è un intervento site-specific che indaga il concetto di inerzia, una condizione dell’anima affrontata da Gian Maria Tosatti cortocircuitando riferimenti eterogenei: l’approccio “archeologico” di Agamben incontra le riflessioni disilluse dell’ultimo Pasolini di Petrolio, l’impianto ascensionale di matrice dantesca quello introspettivo di Teresa de Jesus, riferimenti cari alla storia dell’arte si prestano alle lacerazioni del presente.
Leggi tutto

 

3 Lucifero | 2015 | ex Magazzini Generali del Porto di Napoli


Martedì 21 aprile 2015 alle ore 12, in occasione dell’apertura della mostra 3_Lucifero, terza tappa del progetto Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti, a cura di Eugenio Viola, l’Ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario occupato del quartiere Materdei ha ospitato la presentazione ufficiale dell’opera con una conferenza aperta al pubblico e alla stampa.
Sette Stagioni dello Spirito è un progetto iniziato da Tosatti nel 2013 e ispirato al Castello Interiore (1577) di Santa Teresa d’Avila, che suddivide l’animo umano, per l’appunto, in sette stanze. Dopo 1_La peste, realizzata nella chiesa dei SS. Cosma e Damiano ai Banchi Nuovi e 2_Estate, nell’ex Anagrafe Comunale in Piazza Dante, in quest’ultimo progetto, come i precedenti, rigorosamente site-specific, l’artista sostituisce alla cruda metafora politica che informava 2_Estate, una di sapore completamente diverso, dal respiro schiettamente teologico, come immediatamente denunciato dal titolo di questo nuovo lavoro.

Leggi tutto


4 Ritorno a casa
, 2015, ex Ospedale Militare, Napoli


Giovedì 10 settembre 2015 alle ore 12, è stata presentata la mostra 4_Ritorno a casa, quarta tappa del progetto Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti, a cura di Eugenio Viola.
In quest’ultimo lavoro, rigorosamente site-specific, come i precedenti, Tosatti imprime uno slittamento al percorso ascensionale affrontato nelle stazioni precedenti, esplicitato nel passaggio dall’Inferno, trattato nelle ultime due stazioni, al Purgatorio. La spiaggia del Purgatorio è probabilmente il luogo più desolante della Commedia dantesca, dove Dante e Virgilio giungono sbucando fuori dalla naturalburella che congiunge questo luogo al centro della Terra dove è confitto Lucifero, protagonista, non a caso, dell’ultima opera di Tosatti.
Leggi Tutto


5 Fondamenti della Luce, 2015, ex Convento di Santa Maria della Fede, Napoli



In quest’ultimo lavoro, site-specific come i precedenti, Tosatti continua il suo metaforico attraversamento del Purgatorio. Affrontata la spiaggia, il luogo probabilmente più desolante dell’intera Comedìa dantesca, nella quarta tappa, (inaugurata lo scorso 10 settembre ed ancora visitabile fino al 15 novembre), l’artista si rapporta con la montagna del Purgatorio. Un luogo che Dante descrive altissimo, erto su un'isola al centro dell'emisfero australe, invaso dalle acque, agli antipodi di Gerusalemme, posta invece al centro dell'emisfero boreale. Di qui lo slittamento dalla linearità del tempo, scandita da 4_Ritorno a casa, ad un’indagine incentrata sul concetto di verticalità, che si identifica nel movimento stesso dell’ascensione come circostanza morale.
Leggi tutto

 
6 Miracolo, 2016, Via delle Zite 40, Napoli


Martedì 10 novembre, alle ore 11:30, è stato presentato al pubblico e alla stampa 6_Miracolo, sesta e penultima tappa del progetto Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti, a cura di Eugenio Viola. L’opera, di natura performativa, è iniziata senza darne alcuna comunicazione ufficiale il 17 ottobre. Ad una settimana dalla chiusura, ne è stata illustrata genesi e processo. 6_Miracolo è un’opera sulla possibilità del paradiso, che si può manifestare ad ogni latitudine dello spirito, in accordo con la teoria di Santa Teresa, secondo cui nessun uomo è destinato ad una precisa stanza del “castello interiore”.
Leggi tutto

 

7 Terra dell’ultimo cielo, 2016, ex convento della Trinità delle Monache, Napoli


Lunedì 30 maggio, alle ore 11:00, è stato presentato al pubblico e alla stampa, presso l’Aula Siani della Scuola di Giornalismo dell’Università Suor Orsola Benincasa, 7_Terra dell’ultimo cielo, settima ed ultima tappa del progetto Sette Stagioni dello Spirito di Gian Maria Tosatti, a cura di Eugenio Viola.
7_Terra dell’ultimo cielo, da un lato, conserva i riferimenti, costanti in tutto il ciclo, a Santa Teresa e a Dante, dall’altro in questo ultimo capitolo l’artista è stato accompagnato da un ulteriore e metaforico Virgilio, in questo caso specifico da René Daumal e dalla conoscenza “trasformatrice” di sé propugnata dal filosofo francese. Nel sistema cosmologico dantesco, questa tappa corrisponde alla vertigine del poeta che si arrende all’impossibilità di raccontare cosa ci sia oltre una certa altezza del cielo.
Leggi tutto

 

 

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy