quartiere arte2casa morra2museo nitsch2shimamoto2LOGO TOP VIGNA

27 11 16 La Digestion Valerio Tricoli AxisMundi KNN SEC


LA DIGESTION
musica ascoltata raramente
27 Novembre Valerio Tricoli-AxisMundi-KNN-SEC_

 

pdf Locandina pdf Flyer

RITORNA

Il secondo appuntamento de La Digestion è dedicato alla musica concreta e in particolare a Valerio Tricoli che ne è uno dei più originali e vitali interpreti.
Per l'occasione l'artista siciliano è stato invitato in residenza per alcuni giorni presso il Museo Hermann Nitsch.
Durante i giorni di permanenze Valerio Tricoli incontrerà il lavoro di Giulio Nocera, KNN e SEC_ , tre musicisti napoletani impegnati da tempo in una ricerca che coinvolge da vicino i temi dalla musique concrète.
Valerio Tricoli dirigerà i lavori per la costruzione di una performance quadrifonica per registratori a nastro magnetico ed altri dispositivi elettronici.



VALERIO TRICOLI [ITA]

Valerio Tricoli (Palermo, 1977) è un performer e compositore di musica elettro-acustica. Dalla metà degli anni ’00 il suo strumento principale è il registrazione a nastro magnetico Revor B77, utilizzato come dispositivo completamente analogico/ergonomico per il live sampling, l’editing e il mixaggio di materiali preregistrati (in studio o in campo aperto) e la manipolazione in tempo reale di sorgenti raccolte in loco, di solito riguardanti la vocalità (parlata e cantata), coinvolgendo e ricontestualizzando il suono amplificato dello spazio di per sé nel quale prende luogo il concerto o, nel caso di performances con altri musicisti, i loro strumenti musicali.
Da un punto di vista strutturale il suo set è focalizzato nella creazione di una narrazione nella quale dialogano e si scontrano realtà, virtualità e memoria alla ricerca del miracolo acustico: i suoni sono sempre in bilico tra il “qui ed ora” della situazione del concerto e il dominio ombroso della memoria, distante ma allo stesso tempo ossessivo come un’esperienza di deja-vu. Privilegiando la frattura piuttosto che la continuità e attraverso l’uso di un range dinamico esteso che spesso può saltare all’improvviso da una situazione prossima al silenzio a violenti scrosci di suono, nella musica di Valerio Tricoli uno stato quasi tattile di tensione è sempre in agguato.


KNN [ITA]

Dal silenzio ai sistemi caotici auto-organizzati, da strutturate e severe prassi esecutive alle derive più brutali dell’improvvisazione, Renato Grieco è un ricercatore instancabile e dedito. Cresciuto con una solida formazione classica e jazzistica per arrivare all’esplorazione delle arti soniche tutte, la sua poetica ingloba diverse criticità e coinvolge una moltitudine di esperienze non necessariamente correlate al Suono/Musica. Ecologia acustica, feedback e musique concrete sono vocabolari che influenzano la sue ricerca compositiva e il suo pensiero improvvisativo, eclettico e imprevedibile. Membro di varie formazioni solide e attive in diversi campi musicali (Les Enervés, Tricatiempo, Genital Warts, …), con i quali si è esibito in Italia, Norvegia, Francia, Germania, Svizzera, Polonia e Turchia, porta avanti anche il suo progetto solista di musica acusmatica/elettroacustica (KNN, Kaspar NonNewton). Ha avuto l’opportunità di esibirsi con alcuni artisti di rilievo quali Hans Koch, Evan Parker, Sharif Sehnaoui, SEC_, Michel Doneda, Thomas Bonvalet, Jean-Marc Foussat, Jonas Kocher, Elio Martusciello, Paul N Roth, Ensamble Dissonanzen, Adam Rudolf, Lisa Mezzacappa, Ossatura.



SEC_ [ITA]

SEC_ è il moniker di Mimmo Napolitano, musicista elettro-acustico e compositore di Napoli.
Il suo strumento principale è il registratore a bobine che usa sia per manipolare materiali sonori creando articolazioni imprevedibili e grottesche, sia in catena con devices come il no-input feedback, sintetizzatori, pick-up, televisori, dando vita a bizzarre interazioni ritmiche e spingendo la musica concreta al confine con la power electronics e alla club culture. Valicando continuamente il limite tra analogico e digitale, tra struttura e improvvisazione, tra narrazione e astrattismo, SEC_ è interessato al rapporto tra la fisicità del suono (e alla sua generazione) e qualcosa che possiamo ancora definire “musicalità”. Gli elementi di questo universo sonoro sono tagli, scoppi, ritmi intricati, evocazioni animalesche, droni profondi, in cui si possono respirare residui di industrial, techno, dub, metal.



GIULIO NOCERA [ITA]

Giulio Nocera (Napoli, 1991) è un compositore e improvvisatore elettroacustico. Si forma come regista teatrale e attualmente studia cinema, rivolgendosi alla musica con l’attitudine di un ‘’réalisateur’’ e considerando il suono un elemento visuale a tutti gli effetti. Attivo inoltre con Ron Grieco nel duo Les énervés, concentra la sua ricerca attorno alle intuizioni e alle tecniche della musica concreta, prestando particolare attenzione alla fase di ascolto, raccolta, e archivio dei suoni. La sua pratica è volta alla manipolazione e alla riconfigurazione dei suoni raccolti al fine di attribuirgli nuovi significati e allontanarli dal loro referente ontologico. Adopera tecniche disparate di elaborazione digitale, sistemi di microfonazione e amplificazione e soprattutto un registratore a bobine che è attualmente il suo principale strumento performativo.

Fondazione Morra - Museo Hermann Nitsch
Vico Lungo Pontecorvo, 29/d - 80135 Napoli
Tel. 081 5641655 Fax. 081 5641494


info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.fondazionemorra.org www.ladigestion.org

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy