quartiere arte2casa morra2museo nitsch2shimamoto2LOGO TOP VIGNA

La Mescla in concerto

a cura di Viola Bufano e Angelo Beneduce

11 LUGLIO 2015 C/o Museo archivio Laboratorio per le arti contemporanee Hermann Nitsch

La terrazza del Museo Nitsch, con la magia di un tramonto mozzafiato, ha ospitato il concerto della Mescla sabato 11 luglio alle 19: concerto, aperitivo e visita al museo. La Mescla (leggendario collettivo di musicisti napoletani e non) ha proposto le grandi tradizioni musicali dei Paesi del bacino del Mediterraneo. Partendo dalla musica del Sud Italia, ai ritmi tribali del Nord Africa, passando per il culto della musica balcanica e tzigana, esplorando le sonorità della musica tradizionale klezmer, fino ad arrivare al Nord Europa; tutto il percorso intriso di vistose e inaspettate ferite punk, rock e jazz. Il loro repertorio attinge in maniera viscerale della terra e dai popoli che hanno contribuito alla ricchezza della cultura musicale del mondo.
La Mescla nasce tra il 1999 e il 2000 dall’incontro di musicisti provenienti da differenti esperienze, invitati ad unirsi in un progetto collettivo che superi la comune concezione di gruppo, iniziando un percorso di ri- apprendimento musicale sul campo, imparando direttamente dai popoli incontrati viaggiando. Percorre nei primi anni le strade verso Est, suonando per strade, mercati, campagne in Slovenia, Bosnia- Erzegovina, Kosovo, Croazia, Ungheria, promuovendo e partecipando a importanti eventi (come Fest 2001 in Kosovo), auto- finanziandosi con ingaggi in festival e locali. Dall’estate 2002 inizia a viaggiare lungo la costa nord del Mediterraneo, suonando in molti Festival di musiche del mondo in Europa, con formazioni spesso differenti, proponendo il proprio lavoro di separazione, mescolanza e ricomposizione di elementi basilari di culture tradizionali dell’Italia del sud e del Mediterraneo che hanno come matrice la circolarità, la ripetizione, la dilatazione dei tempi in funzione della festa e della danza, la ricerca della spirale magica che avvolge insieme musicisti e danzatori.
Un concerto e un concetto di festa e di ballo, di comunanza, condivisione e circolarità, condito con spunti di riflessione, per avvicinare armoniosamente le culture delle comunità residenti e migranti che oggi tra mille difficoltà imparano a coesistere in questa nuova Italia multietnica. Suoneranno: Osvaldo WA Costabile: violino, ghironda, mandolino; Luca Cioffi: Percussioni; Davide Della Monica: chitarra, bouzouki, voce; Riccardo Marconi: chitarre

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy